Lotte in Svizzera

Iniziative a Zurigo e Berna sulla repressione G20

Ancora aggiornamenti su repressione G20 – da SR-Svizzera –

Azione contro le rivalutazioni immobiliari e contro gli sfratti – tratto da Aufbau.org –

Comunicato di Aufbau sui recenti fatti repressivi – maggio 2018 –

Comunicato di Aufbau sui recenti fatti repressivi – maggio 2018 –

Lotta di classe 4.0 invece della loro tecnologia – tratto da aufbau.org –

Berna. Incontro di approfondimento dopo la repressione poliziesca alla manifestazione per Afrin del 7 aprile 2018

da: aufbau.org

Il 1° marzo a Zurigo e Basilea sono state compiute irruzioni contro Revolutionaerer Aufbau. Il centro di Basilea continua ad essere chiuso. Le perquisizioni sono un attacco politico contro la nostra prassi. Daremo la risposta adeguata.

Intanto, numerose sono le dichiarazioni di solidarietà a livello nazionale e internazionale. Un breve aggiornamento offre una panoramica sulla situazione a Basilea.

Dopo le incursioni il 1° marzo a Basilea e Zurigo la situazione non è cambiata di molto. Il centro di Revolutionaerer Aufbau a Basilea rimane chiuso per mano della polizia.

Siamo contenti per la solidarietà mostrataci da varie organizzazioni!

Che le autorità di Basilea compiano il giro di vite e procedano duramente contro tutto quanto sembri di sinistra, suscita perplessità non solo in ambiti rivoluzionari: il borghese Tageswoche ha pubblicato una intera serie di articoli sul tema (reportage, commenti e intervista al comandante della polizia) e il partito della sinistra parlamentare BastA! ha presentato un’interrogazione al governo.

Noi continuiamo il nostro lavoro politico. La scorsa settimana abbiamo partecipato a Basilea alla manifestazione delle donne dell’8 Marzo e alla protesta spontanea contro il massacro imminente ad Afrin.

La solidarietà è un’arma!


 

da: Secoursrouge.org

8 marzo 2018

Il Soccorso Rosso-Belgio e il Soccorso Rosso-Ginevra hanno organizzato il 7 marzo commemorazioni per Ivana Hoffmann, l’internazionalista caduta combattendo in Rojava, che hanno visto ciascuna la presenza di una trentina di persone. Queste serate sono state anche l’occasione per presentare la nuova campagna promossa dal Soccorso Rosso Internazionale a sostegno dei battaglioni femminili di Shengal e del Rojava (Afrin, Kobane e Cizre).

da: Secoursrouge.org

5 marzo 2018

Giovedì 1° marzo, due locali dell’organizzazione Revolutionaerer Aufbau sono stati perquisiti a Basilea e a Zurigo su ordine della procura della città di Basilea. Si tratta della seconda perquisizione nel giro di brevissimo tempo per Basilea, avendo la polizia proceduto il 2 febbraio a un’operazione esattamente prima della manifestazione di solidarietà con Afrin a Basilea. Le due ultime perquisizioni, coordinate, sono state effettuate mentre gli occupanti erano assenti. L’ufficio del procuratore rifiuta ancora di consegnare i mandati di perquisizione per cui non si sa la ragione ufficiale e giuridica di questo attacco. Revolutionaerer Aufbau è legata al Soccorso Rosso Internazionale in cui la sua struttura contro la repressione, il Rote Hilfe Schweiz, è la sezione dell’SRI per la Svizzera tedesca.

Incursioni contro Revolutionaerer Aufbau Svizzera

Giovedì pomeriggio 1° marzo 2018, sono stati perquisite dalla polizia due locali di Revolutionaerer Aufbau Svizzera a Basilea e Zurigo per conto della procura della città di Basilea.Trattasi della seconda perquisizione domiciliare nel giro di brevissimo tempo a Basilea, dopo che già prima della manifestazione in solidarietà con Afrin /Rojava aveva fatto irruzione il 2 febbraio nella struttura stessa.

Al momento dell’incursione gli/le inquilini/e dei locali non erano presenti. Le autorità repressive hanno voluto portare avanti la loro operazione senza avere gli occhi puntati su di sé.

La procura rifiuta la consegna dei mandato di perquisizione. Di conseguenza per il momento non sappiamo i retroscena di questo attacco politico. Ciò rappresenta un’anomalia rispetto alla prassi normale secondo cui alle persone coinvolte in perquisizioni domiciliari si concede l’accesso ai documenti.

Il locale di Basilea è tuttora tenuto chiuso dalla polizia, sappiamo però da persone solidali presenti in quartiere che la polizia ha molto sequestrato. A Zurigo, fra l’altro, è stato sequestrato un computer.

Daremo ulteriori informazioni quando saranno in nostro possesso. Le perquisizioni sono un attacco politico contro la nostra pratica. Daremo ad esse la risposta conforme.

Revolutionaerer Aufbau Schweiz, 2 marzo 2018 

 

da: Secoursrouge.org

Sabato 3 febbraio, a Zurigo, si è svolta la manifestazione “Lottare contro la dittatura in Turchia”, alla quale hanno partecipato 5.000 persone tra Kurdi e solidali svizzeri.

Prima che si svolgesse la manifestazione, unità di polizia incappucciate sono entrate in un appartamento di Revolutionaerer Aufbau-Basilea, senza un mandato di perquisizione. Tre persone che stavano preparando la manifestazione sono state temporaneamente arrestate ed è stato sequestrato uno striscione. Secondo un testimone, la polizia avrebbe minacciato i presenti che chi avesse partecipato alla manifestazione sarebbe stato arrestato.

In generale, infatti, la polizia ha sottoposto a duri controlli e intimidazioni numerosi manifestanti non kurdi, sostenendo che non sarebbe stata tollerata la presenza di militanti di origine non kurda.

Dichiarazione del Blocco Rivoluzionario sulla manifestazione NoWEF a Zurigo

Attacco contro la Segreteria svizzera per l_economia con fuochi e razzi – Fermare l_Accordo di libero commercio con lo Stato torturatore turco – gennaio 2018 –

Zurigo. Azione contro il WEF – gennaio 2018 –

Contro il World Economic Forum – gennaio 2018 –

A Basilea, insieme contro la repressione – dicembre 2017 –

23800303_744388012352393_7283660186623961576_o.jpg

Giovedì 14 dicembre dalle ore 19:00 alle ore 21:30

CONFERENZA: LE CELLULE COMUNISTE COMBATTENTI

Parlerà il compagno Bertrand Sassoye

Soccorso Rosso-Ginevra

24059464_746128525511675_8531565077648798846_o.jpg

La solidarietà è la nostra arma!

Solidarietà con Nadia Lioce, militante delle BR-PCC, imprigionata dal marzo 2003 e in isolamento totale (regime di 4-bis) dal 2005. La compagna è comparsa in giudizio il 24 novembre a seguito di una azione di protesta contro le nuove restrizioni.

Solidarietà con Georges Louis, militante del SR-Arabo e delegato sindacale CGT, arrestato il 10 ottobre a Parigi nel corso di uno sciopero nazionale contro le nuove leggi anti-operaie del governo Macron. La polizia lo accusa di aver lanciato oggetti atti ad offendere contro degli agenti. Il compagno è comparso in giudizio, pure lui il 24 novembre, al tribunale di Parigi.

Soccorso Rosso-Ginevra

Attacco contro ambasciata tedesca a Berna – settembre 2017 –

15 luglio 2017

Quasi 300 persone hanno manifestato a Zurigo in solidarietà con Nekane Txapartegi dopo che la Corte d’Appello ha rigettato il ricorso di Nekane contro la richiesta di estradizione avanzata dal Tribunale Penale Federale.
A fine marzo i giudici svizzeri hanno autorizzato l’estradizione di Nekane Tzapartegi verso la Spagna. Nekane è ricorsa in appello contro questa decisione. Fra le motivazioni la Corte penale federale sottolinea che l’estradata non può richiedere un divieto d’estradizione sollevando un rischio di tortura, se quest’estradizione si svolge verso un Paese con una tradizione democratica come è il caso della Spagna.
Ricordiamo che Nekane è stata arrestata nel 1999 dalla polizia spagnola, torturata e stuprata per 5 giorni. Nel 2011 ha esposto questi trattamenti davanti al tribunale. In seguito alla decisione della Corte penale, Nekane ha accusato un malessere ed è stata ricoverata in ospedale dove le sue condizioni sono state stabilizzate.
Per ora, Nekane non potrà essere estradata, finché la sua procedura di richiesta d’asilo è in corso.

Zurigo. Manifestazione contro il partito di estrema destra SVP – marzo 2017 –

Zurigo. Attacco contro il consolato turco -gennaio 2017

————————————————

Il 4 novembre 2016, a Zurigo, si è tenuto il processo contro un compagno del Soccorso Rosso-Svizzera e del Revolutionarer Aufbau Schweiz. Il processo si inquadra nella più generale operazione repressiva, da parte dello Stato svizzero, contro la lotta per l’occupazione e la difesa degli spazi sociali.

Di seguito, pubblichiamo la dichiarazione che il compagno ha letto in aula nel corso dell’udienza.

dichiarazione

Resoconto della manifestazione contro l’austerità e saluto solidale allo sciopero generale del pubblico impiego in Corea del sud-ottobre 2016

Comunicato sul processo contro manifestazione antirazzista svoltosi a Winterthur il 26 settembre 2016 -ottobre 2016– da Aufbau.org

Zurigo: attentato con esplosivo contro i profittatori di guerra della Lafarge Holcim, in solidarietà con la rivoluzione in Rojava-settembre 2016

L’estrema destra cerca sempre più di scendere in piazza.Si forma la resistenza-settembre 2016 –

Berna si pone di traverso. Fermare la “marcia per la vita”-settembre 2016 –

Via la Turchia dal Rojava – settembre 2016 –

Fermare Erdogan e AKP – agosto 2016 – (tratto da aufbau.org)

Mandati di comparizione a Zurigo – agosto 2016 – (tratto da Soccorso Rosso Svizzera)

Perquisizioni domiciliari a Zurigo e San Gallo – agosto 2016 – (tratto da political-prisoners.net)

La nostra solidarietà contro la vostra repressione. Libertà per gli 8 di Basilea – agosto 2016 –

Aggiornamento sulla situazione di sette detenuti in custodia cautelare a Basilea dal 24 giugno – agosto 2016 –

Svizzera. Manifestazione e arresti il 24 giugno a Basilea – agosto 2016 –

Contrastare lo scivolamento a destra in Europa (aufbau.org) – aprile 2016 –

Giornata internazionale di lotta delle donne – Lottare organizzate contro sessismo,capitalismo e guerra – marzo 2016 –

Manifestazione contro la repressione a Zurigo – febbraio 2016 –

Solidarietà con il movimento che lotta in Turchia – febbraio 2016 –

Revolutionäre Jugend Zürich (RJZ). Come reazione alle ultime operazioni degli sbirri oggi è stata occupata la sede di Lista Alternativa Zurigo – febbraio 2016 –

Attacco al consolato turco e a Rheinmetall Air Defence – gennaio 2016 (tratto da ch.indymedia.org) –

Libertà e solidarietà per tutti i prigionieri politici. Iniziativa in sostegno ai rivoluzionari prigionieri, Zurigo, 10 e 11 ottobre 2015 – ottobre 2015 –

In occasione della mobilitazione internazionale promossa dal Soccorso Rosso Internazionale (SRI) in solidarietà al rivoluzionario anarchico prigioniero Marco Camenisch, diffondiamo un nostro Appello, seguito da un testo in cui viene illustrato il Percorso politico di Marco Camenisch. Alleghiamo, poi, un Manifesto del SRI ed una nostra Locandina.

Appello CCRSRI -giugno 2015-

Percorso politico di Marco Camenisch

Manifesto SRI

Locandina -giugno 2015-

Diffondiamo il testo dell’appello del Soccorso Rosso Svizzera del 31 maggio 2015 per la Tre giorni di mobilitazione internazionale solidale a sostegno del rivoluzionario eco-anarchico Marco Camenisch.

Appello per iniziative internazionali di solidarietà. Marco libero! – giugno 2015 –

Video del Soccorso Rosso Internazionale sul compagno Marco Camenisch

 

 

(francese / inglese / tedesco / italiano / greco)

CONTRO IL VERTICE OSCE DI BASILEA! -dicembre 2014-

Contro l’intimidazione alla compagna Andi! -gennaio 2014-

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...